Il primo appuntamento di "famiglia" dell'Istituto Maria Ausiliatrice

La lettera della direttrice, Suor Emma Bergandi, che invita tutta la famiglia del Maux alla S.Messa di inizio anno sabato 3 ottobre 2009, a cui sono invitati tutte le famiglie e tutti gli ordini di scuola del nostro Istituto.

Ecco il testo della lettera:

Carissimi Genitori,
è la prima volta che vi scrivo e voglio dirvi tutta la mia gioia di iniziare questo anno con voi e il desiderio che porto in cuore di poter dare il mio piccolo contributo perché tutti noi, grandi e piccoli, ognuno con l’età e il posto che occupa, ci possiamo sentire ogni giorno parte di una grande famiglia.

Un primo importantissimo appuntamento di “famiglia”  per tutti è quello di

mausbasilica

sabato 3 ottobre alle ore 11,00

nella Basilica di Maria Ausiliatrice

per la celebrazione dell’Eucaristia.

Pensando a questo appuntamento mi viene in mente Giovanni Bosco quando aveva 12 anni e lavorava come garzone nella cascina dei signori Moglia. Un giorno il padrone Giuseppe, tornava dai campi sul mezzogiorno, mentre dalla chiesa del vicino paese giungeva il suono delle campane. Sedendosi sul fieno per tirare il fiato un momento, vede Giovanni anche lui sul fieno, ma inginocchiato: sta pregando l’Angelus, la preghiera che sua mamma gli ha insegnato a rivolgere alla Madonna tre volte al giorno. Giuseppe brontola: “Ma bravo! Noi padroni a lavorare dal mattino alla sera! E il garzone se la prende con calma e prega in santa pace!”. Giovanni, con tutta tranquillità, risponde: “ Quando c’è da lavorare sapete che non mi tiro indietro. Ma mia madre mi ha insegnato che quando si prega, da due grani nascono quattro spighe; se invece non si prega, da quattro grani nascono due spighe sole. E’ meglio quindi che preghiate un poco anche voi!”.

Quanto Giovanni Bosco ha imparato da sua mamma è un messaggio importante anche per tutti noi che condividiamo la bella e grande avventura di aiutare  a crescere non delle spighe di grano, ma quanto c’è di più prezioso al mondo: i vostri figli! Ecco perché vogliamo iniziare questo nuovo anno trovandoci proprio tutti insieme a pregare. Nell’Eucaristia che celebreremo sotto lo sguardo di Maria raffigurata nel grande quadro della Basilica, potremo esprimere la fiducia che Dio cammina con noi e che ogni nostro impegno per l’educazione dei nostri bimbi e ragazzi sarà più efficace se ci lasceremo accompagnare da Lui! A questo nostro incontro, che avviene all’inizio del mese missionario, vogliamo dare anche il colore della solidarietà. Le offerte che raccoglieremo all’offertorio della Messa saranno inviate alla missione di due suore che hanno fatto parte della nostra Comunità e ora si trovano in Camerun: Sr Giusy Becchero, che è partita come missionaria, e Sr Marisol che ha fatto ritorno alla sua terra.

Insieme alla Comunità delle suore e a tutti i docenti vi aspettiamo e vi ringraziamo fin d’ora per la vostra presenza!

La direttrice
Sr Emma Bergandi

TORINO, 28 settembre 2009